Gli errori comuni nell’alimentazione quotidiana

Tante volte ci sentiamo stanchi, spossati, ingrassiamo pur mangiando poco e male, ci ritroviamo con tanti grandi e piccoli problemi di salute attribuibili all’alimentazione, senza sapere quanto bastano solo dei piccoli accorgimenti, per migliorare la nostra salute ed il nostro benessere psicofisico. Ecco quali sono gli errori più comuni che commettiamo nell’alimentazione di tutti i giorni.


Bere poca acqua: tante volte colpevolizziamo la “ritenzione idrica” come causa di inestetismi quali la cellulite o il gonfiore alle gambe, assumendo erroneamente integratori “drenanti” o in casi più estremi anche diuretici. L’acqua è un elemento essenziale della nostra dieta, e un adeguato apporto idrico è fondamentale, specialmente nei periodi più caldi come l’estate, in cui le perdite di sali minerali con la sudorazione possono rappresentare un pericolo per la nostra salute. Una buona idratazione è necessaria infatti per l’eliminazione di sostanze tossiche e scorie prodotte dal nostro organismo. Un bel bicchiere d’acqua al mattino aiuta inoltre il transito intestinale, e favorisce l’ammorbidimento delle feci, evitando problemi fastidiosi come la stipsi.

Demonizzare pane e pasta: il pane e la pasta sono due importanti fonti di carboidrati complessi, in grado di normalizzare per lunghi periodi il tasso di zucchero nel sangue, e diminuendo il nostro senso di fame fino al pasto successivo. I veri nemici della nostra linea, sono invece i condimenti, spesso pesanti e ricchi di grassi, che usiamo per accompagnarli, come i salumi, i soffritti, la panna o le uova: alimenti fin troppo energetici con cui non ci rendiamo nemmeno conto di esagerare.

Credere che i cibi “light” facciano dimagrire: niente di più falso. Se è vero che una mozzarella “light” contiene meno grassi di una mozzarella normale, è pur vero che si tratta pur sempre di un formaggio. 100 grammi di mozzarella light contengono infatti un quantitativo esorbitante di calorie se confrontati a 100 grammi di frutta fresca! Anche i cosiddetti dolciumi senza zucchero sono un pericolo per la salute: spesso contengono grassi aggiunti, di scarsa qualità nutrizionale, pericolosi per l’apparato cardiovascolare, e i dolcificanti con cui sostituiscono il normale saccarosio sono potenzialmente cancerogeni, specie se assunti in continuazione. Attenzione quindi a non cadere in queste facili trappole commerciali!

Mangiare pochi latticini perché “grassi”: latte e formaggio sono un’importantissima fonte di calcio, fondamentale per lo sviluppo dei bambini e per la prevenzione dell’osteoporosi. Esistono i latti scremati, con percentuali di grasso minime, e formaggi naturalmente privi di grasso come la ricotta, che permettono di non privarsi dell’apporto quotidiano sufficiente di questo sale minerale cosi importante per la nostra salute.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *