Herpes labiale: cause e rimedi

Si tratta di una infezione delle labbra (il più delle volte), della bocca o delle gengive a causa di un virus: l’herpes simplex. Consiste nella formazione di vescicole disposte a grappolo, che appaiono sotto forma di bollicine, per poi crostificare e regredire in 7-10 giorni.

Cause

L’herpes labiale è una comune infezione di tutta la zona della bocca.
La prima volta si prende per contagio. In alcuni casi la tendenza è quella di ripresentarsi: si intervallano periodi di reminiscenza con periodi in cui ricompare (infezione cronica).
In altri casi, dopo essere stati contagiati la prima volta, ci si immunizza e non si contrae più.
Il modo più facile e comune per contrarre l’herpes labiale è per contatto diretto con il liquido contenuto all’interno delle vescicole cutanee, ad esempio attraverso un bacio. Ma ci si può infettare anche con rasoi, asciugamani, stoviglie e altri oggetti contaminati.
Anche se diverso dall’herpes genitale, l’herpes labiale può attaccare le parti intime, in seguito a sesso orale ad esempio, con sintomi anche più fastidiosi.
Per quanto riguarda invece il ripresentarsi dell’herpes (dopo il primo contagio) le cause possono essere: accumulo di stress, esposizione prolungata ai raggi solari, momenti di abbassamento delle difese immunitarie, affaticamenti e sforzi fisici.

Sintomi

I sintomi possono essere lievi o gravi. I secondi sono più facilmente riscontrabili nei bambini. Fra i campanelli d’ allarme più comuni possiamo trovare il formicolio, l’irritazione e il prurito. Tutti questi sintomi colpiscono principalmente le labbra e le zone intorno a queste e alla bocca.

Prima che le bolle appaiano, si possono avere i seguenti sintomi: febbre, mal di gola, deglutizione con dolore e inspessimento delle ghiandole linfatiche.

Questa infezione si rivela sempre con vescicole a grappoli che vengono definite “focolaio” che si presenta con piccole bollicine rosse e vescicole separate e con un unico contenitore di tante piccole vescicole unite insieme, sotto forma di un’unica bolla più grande.
Alle comparse successive al primo contagio i sintomi sono generalmente molto più lievi.

Rimedi

L’herpes solitamente scompare da solo in un arco di tempo che va da 1 a 3 settimane. Tuttavia esistono alcuni farmaci a base di Aciclovir (prima della comparsa delle vescicole), o a base di Penciclovir (se le vescicole sono già comparse), che possono ridurre l’eventuale dolore/fastidio e accelerare il processo di guarigione.
I farmaci funzionano meglio se si ricorre loro al manifestarsi dei primissimi sintomi, prima che si sviluppino le vesciche. Sarà il medico, comunque, a decidere dosi e periodo di somministrazione, a seconda del caso.

Esistono anche rimedi naturali che sicuramente non hanno la stessa efficacia dei farmaci ma possono alleviare le manifestazioni dell’herpes, quali:

Applicare ghiaccio sulle vescicole per contribuire ad alleviare il dolore;
Detergere con delicatezza la zona colpita, con acqua e sapone neutro, per prevenire il diffondersi del virus su altre zone del corpo;
Evitare bevande troppo calde, cibi piccanti e agrumi;
Prevenzione.

Ecco alcuni consigli per prevenire l’herpes labiale:

L’esposizione ai raggi solari o a lampade abbronzanti, se prolungata, deve essere accompagnata dall’applicazione di filtri solari alti sulle labbra.
Importante poi l’utilizza di balsamo idratante per labbra ovvero il noto burro di cacao, utile per far sì che non si secchi la zona labiale.
Evitare, allo stesso modo, ogni contatto diretto con quanti sono infettati da herpes labiale.
Ogni utilizzo di biancheria e asciugamani deve corrispondere ad un successivo lavaggio in acqua bollente.
Inutile dire che è bene evitare di condividere con quanti sono affetti da herpes, bicchieri, posate e tazzine.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *